28 ottobre 2015

Shampoo Volumizzante e Shampoo Rinforzante - Biofficina Toscana

Vi avevo già raccontato delle novità della scorsa estate firmate Biofficina Toscana, tra le quali c'erano anche quattro nuovi shampoo; rinforzante, volumizzante, delicato e purificante.


I nuovi shampoo sono prodotti concentrati, che vanno quindi utilizzati previa diluizione con acqua oppure con acqua e uno dei nuovi idrolati di Biofficina Toscana.


Unire lo shampoo e l'idrolato ha il vantaggio di sfruttare le loro proprietà in sinergia e di riuscire ad ottenere un prodotto adatto ad ogni esigenza, dovuta al periodo o al tipo di capello. 

Per questo scopo è in vendita anche uno spargi-shampoo con scala graduata per miscelare le giuste quantità di acqua - idrolato - shampoo.

Io ho provato lo shampoo volumizzante e lo shampoo rinforzante.



Chi mi segue lo sa che il vecchio shampoo (nonché l'unico, all'epoca) di Biofficina non mi era piaciuto per niente. Siccome, però, in generale apprezzo moltissimo i prodotti di questa marca, quando sono usciti i nuovi shampoo ero veramente entusiasta e desiderosa di provarli. 

L'unica cosa che non mi convinceva era la storia della diluizione perché io non ho mai diluito uno shampoo in vita via. Ci ho provato un po' di tempo fa, ma la cosa non faceva per me. Mi sono sempre limitata ad unire un po' di acqua allo shampoo nel palmo della mano prima di massaggiarlo sulla cute.

Come vi dicevo, ho provato lo shampoo volumizzante e quello rinforzante che mi è stato inviato dall'azienda insieme allo spargi-shampoo.

Ho diluito entrambi solo con acqua, senza usare idrolati perché volevo testare le proprietà degli shampoo da soli.

Per prima cosa devo dire che mi sono piaciuti molto ma molto di più rispetto al precedente shampoo: entrambi lavano bene la cute e lasciano i capelli puliti a lungo. Li ho provati durante il periodo del caldo atroce di luglio e nonostante le immense sudate che facevo di giorno e di notte continuavo a sentire i capelli puliti.

Lo shampoo volumizzante è il primo dei due che ho provato. Io ho i capelli lisci e noiosi e quindi sono stata subito attratta da questo prodotto proprio perché d'estate io lascio asciugare i miei capelli all'aria e mi piace che non siano stupidamente dritti.
Effettivamente questo shampoo è adattissimo allo scopo però, nota dolente, annoda tantissimo i capelli e quindi dopo serve  un quintale di balsamo per districarsi facendo di conseguenza perdere parte del volume.

Lo shampoo rinforzante per me ha un grosso problema, ossia contiene Ammonium Lauryl Sulfate che è un tensioattivo che alla lunga la mia cute non tollera per cui ho usato questo shampoo alternandolo ad un altro.

Ok lo so che state pensando: cretina, ma perché non hai letto l'INCI prima??
Il motivo è molto semplice: prima questo tensioattivo non era utilizzato nei prodotti certificati ICEA, quindi io non mi sono proprio posta il problema. E invece qualcosa deve essere cambiato ed io non lo sapevo.

Fatto sta che, ovviamente, questo shampoo mi fa i capelli bellissimi ma non posso usarlo con continuità. Per quanto riguarda l'effetto rinforzante devo dire che, nonostante questo sia il periodo delle castagne, sto perdendo meno capello del solito. Di sicuro sarà  anche merito delle erbe tintorie (tingono i capelli  con la lawsonia una volta al mese) però credo che anche questo shampoo abbia fatto il suo.

Ed ora veniamo al vero problema: la diluizione e lo spargi-shampoo.

Personalmente io preferisco i prodotti che si possono usare tal quali, perché sono pigra e soprattutto perché non so cosa fare quando avanza del prodotto già diluito. Al lancio dei prodotti, Biofficina aveva detto che si poteva conservare tranquillamente per 15 giorni, ma io ho notato un cambiamento sia nell'odore che nel colore rispetto al prodotto puro, per entrambi gli shampoo, quindi ho preferito non utilizzare le dosi consigliate ma preparare ogni volta solo la quantità  di prodotto che mi serve.
Ho comunque rispettato le proporzioni di Biofficina che prevedono di aggiungere a 75 ml di shampoo, 50 ml di idrolato e 125 ml di acqua. Se non si vuole aggiungere l'idrolato si sostituisce con una eguale parte di acqua.

Lo spargi-shampoo ha un grandissimo difetto, ossia viene chiuso da un tappino minuscolo che sistematicamente mi cade per terra ed io perdo. Se mi dovesse cadere nella doccia, scenderebbe tranquillamente giù nello scarico quindi è praticamente inutile.

In definitiva, gli shampoo sono buoni, non il meglio che io abbia provato, ma sono decisamente migliori rispetto a quello precedente. Personalmente preferirei dovere evitare la diluizione, ma siccome in definitiva sono abbastanza soddisfatta di questi nuovi prodotti direi che è uno sforzo che posso fare. Quello che invece boccio per le motivazioni che ho elencato sopra è lo spargi-shampoo.

Fatemi sapere se anche voi avete provato questi shampoo e come vi ci siete trovate.

Il prezzo degli shampoo (entrambi certificati ICEA) è di 7.6 € per 150 ml di prodotto. Invece il prezzo dello spargishampoo è di 2.2 €

INCI SHAMPOO VOLUMIZZANTE: Aqua [Water], Lauryl glucoside, Disodium cocoamphodiacetate, Sodium cocoyl sarcosinate, Myristyl lactate, Hydrolyzed grape fruit*, Hydrolyzed olive fruit*, Citrus aurantium dulcis (Orange) flower extract*, Citrus medica limonum (Lemon) peel extract*, Helichrysum italicum extract*, Juniperus communis fruit extract*, Myrtus communis extract*, Glycerin, Tetrasodium glutamate diacetate, Benzyl alcohol, Parfum [Fragrance], Phenethyl alcohol,Propanediol, Undecyl alcohol.
*da agricoltura biologica

INCI SHAMPOO RINFORZANTE: Aqua [Water], Ammonium lauryl sulfate, Lauryl glucoside, Myristyl lactate, Saccharide isomerate, Mel/Honey *,Helianthus annuus (Sunflower) seed extract*, Malva sylvestris (Mallow) extract*, Olea europaea (Olive) leaf extract*, Citrus medica limonum (Lemon) peel oil*, Salvia sclarea (Clary) oil*, Glycerin, Benzyl alcohol, Limonene, Benzoic acid, Sodium benzoate, Dehydroacetic acid, Tocopherol, Linalool, Citral. 
*da agricoltura biologica

Nessun commento

Posta un commento