16 novembre 2015

Perché uso prodotti ecobio?

E' la domanda che mi viene rivolta più spesso da amici, parenti e colleghi.

Gli unici che capiscono appieno la mia risposta sono i colleghi, poi cominciano infinite discussioni e il giorno dopo vengono a dirmi "Lo sai? voglio provarci anche io! Facciamo qualcosa per l'ambiente almeno noi che sentiamo parlare di impatto ambientale e inquinamento ogni santo giorno!"

E quindi, sì, io lo faccio per l'ambiente, in primis.
Ho iniziato a studiare i cosmetici circa tre anni fa quando la mia faccia si è improvvisamente coperta di brufoli e da lì ho scoperto un mondo.

Ho imparato a riconoscere gli ingredienti, a capire quali mi facevano bene e quali mi facevano male, ma, soprattutto, ho imparato a capire quali fanno male all'ambiente.

E la mia motivazione è, ad oggi, principalmente questa: inquinare di meno.


C'è chi pensa che per non inquinare si dovrebbe anche non avere il cellulare, la macchina, il motorino, il forno, la corrente elettrica e dovrebbe smettere persino di respirare.

Ed allora poi decide di non fare niente.

E' proprio lì che casca l'asino: proprio perché inquiniamo tanto in qualche modo dovremmo (per non dire dobbiamo) cercare di inquinare di meno in qualche altro.

C'è chi pensa che comprare cosmetici ecobio voglia dire anche comprare cibo biologico, essere vegani, amare il mondo intero ed essere in pace con tutti.

E quindi non ti prendono sul serio perché tu mangi quello che ti pare.

No, non è così. Si può voler fare qualcosa per l'ambiente anche senza rinunciare ad una crema pasticcera fatta con il latte e le uova, che per una volta male non farà al corpo e farà bene allo spirito.

Cosa faccio nel mio piccolo?

Cerco di comprare solo prodotti biodegradabili e, possibilmente, con ingredienti provenienti da agricoltura biologica, non solo per la cura della persona, ma anche per la pulizia della casa.

Sono attenta in particolare ai prodotti che finiscono negli scarichi domestici, tipo i detergenti e limito il più possibile l'uso di dischetti d'ovatta e salviettine struccanti che andrebbero solo a finire nella spazzatura. 

Infine cerco di evitare gli sprechi e i consumi eccessivi: utilizzo le dosi minime di ogni prodotto, chiudo sempre l'acqua quando mi insapono corpo e capelli, non butto mai niente, nemmeno i prodotti che non mi piacciono (al limite ne cambio la destinazione di utilizzo) e li termino fino all'ultima goccia.

Sto evitando l'accumulo di cosmetici, cosa che prima facevo soprattutto per due motivi:
  1. Mi serve sempre tutto: io sono una shopaholic compulsiva e se vedo un nuovo prodotto non resisto
  2. Non mi rendevo conto della durata effettiva dei prodotti
Per il punto 1 posso farci poco. Devo trattenermi con tutte le mie forze per non comprare cose su cose. Tutto sommato ci sto riuscendo abbastanza bene, anzi forse anche troppo bene visto che l'altro giorno mi sono ritrovata senza docciaschiuma e senza shampoo.

Oltre al gusto di comprare, uno dei motivi per cui continuavo ad accumulare cosmetici era anche che non avevo capito quanto in effetti durasse un prodotto. Ad esempio io uso il contorno occhi tutti i giorni alla sera e per terminare un flaconcino da 15 ml ci ho messo circa sei mesi. Comprarne altri non ha proprio senso. Stesso discorso per quanto riguarda le creme viso e le creme corpo (che uso raramente).

Voglio scrivere ancora dell'argomento perché vedo che in rete, purtroppo anche a causa di personaggi che infestano il web con le loro sciocchezze, si leggono troppe cose che non sono vere

Di questo me ne sono accorta principalmente da quando leggo le ragazze del gruppo We Love Bio: soprattutto coloro che sono alle prime armi, hanno una terribile confusione in testa. 

L'errore più comune che si fa quando si "passa all'ecobio" è di credere che i cosmetici ecobio siano dei toccasana per la pelle e capelli, mentre quelli non ecobio contengano "ingredienti dannosi" e che quindi facciano male. 

Non è così e non si può generalizzare perché possono sempre e comunque esserci delle problematiche a livello personale che non sono da sottovalutare, per esempio ci possono essere allergie ad ingredienti particolari. E non è nemmeno vero che i gli ingredienti non ecobio (tipo siliconi e paraffine) facciano male, al limite possono risultare un po' occlusivi per la pelle.

Quello che posso affermare con certezza è che la mia pelle è migliorata tantissimo negli ultimi anni non è perché uso prodotti ecobio ma perché ho capito qual è la routine adatta a me. 

Un altro errore che spesso si commette è quello di credere che i prodotti ecobio siano più costosi dei tradizionali prodotti da supermercato. Su questo non voglio dilungarmi perché scriverò un post in merito, ma vi anticipo già che non è così. Esistono degli ottimi prodotti che sono veramente economici ed alla portata di tutti.

Mi farebbe piacere sapere perché voi usate cosmetici ecobio e come avete scoperto questo mondo. Lasciatemi qualche commento oppure scrivetemi qui o su Facebook se avete delle informazioni o curiosità da chiedermi.

Image courtesy of Feelart at FreeDigitalPhotos.net

Nessun commento

Posta un commento