19 luglio 2017

Struccanti bifasici a confronto: Setarè vs Misstrucco

Oggi voglio parlarvi di due struccanti bifasici che ho provato ultimamente, ossia lo struccante occhi bifasico di Setaré e lo struccante bifasico Màri di Misstrucco.

Ho pensato di fare un confronto tra i due prodotti che sono stati da me utilizzati nelle medesime condizioni.




Inserisci la tua mail nel box sottostante e riceverai una notifica quando pubblico qualcosa di nuovo!


Delivered by FeedBurner

PREMESSA

Avete notato che su questo blog parlo raramente di make up?

Eppure ho talmente tanti trucchi che potrei vendere tutto quello che ho e campare di rendita per il resto della mia esistenza.

Il make up è la mia passione.
Mi diverte sperimentare e col tempo ho imparato cosa mi sta bene.
Amo cambiare look, soprattutto per gli occhi. 

Ma sono una pessima tester perché su di me il trucco sembra tatuato, non si smuove, non va via. 
E non uso nemmeno il primer.
(Sulle labbra invece va tutto via dopo un minuto.)

Se dovessi scrivere una review dei prodotti che ho basandomi anche sulla loro durata, in fin dei conti promuoverei questi tutto.
Questo è il motivo per cui non ne parlo molto: mi rendo conto che non sarei affidabile.

Fatta questa premessa, capirete bene che il mio problema con il make up, soprattutto occhi, è rimuoverlo. 

Nonostante io adoperi solo makeup naturale/ecobio ho fatto fatica a trovare struccanti adatti a me anche perché ho gli occhi molto delicati quindi sono afflitta dal duplice problema: make up che non se ne va, zona oculare e perioculare ipersensibile.

C'è stato un periodo in cui ho usato un'acqua micellare per una settimana di fila per struccare gli occhi e mi sono ritrovata con una dermatite assurda sul contorno occhi.

Ultimamente sono in fissa con gli struccanti bifasici. 
Citando Becky Bloomwood
Sono anni ormai che io agisco in base a una specie di ciclo stagionale dello shopping, un po’ come il sistema di rotazione dei raccolti in agricoltura. Solo che, invece di frumento-granturco-orzo-maggese,
il mio procede più o meno così: vestiti-trucco-scarpe-vestiti.
(Solitamente salto il maggese).
Io ora sono nel ciclo stagionale del bifasico che si accompagna a quello dei detergenti viso in mousse che meritano un capitolo a parte, però.

Dunque, torniamo a noi e parliamo dei bifasici in questione iniziando dalle questioni più tecniche.

STRUCCANTE OCCHI BIFASICO SETARÉ (x)

La confezione è un flacone bianco traslucido con tappo a scatto.
Consente di controllare il livello del prodotto ma allo stesso tempo lo protegge dalla luce.
Tutte le informazioni sul prodotto (INCI, certificazione, modo d'uso) sono riportate sulla confezione, sono stampate e non sbiadiscono con l'utilizzo.

Mi chiedo solo il perché di quella inquietante scritta 
"In caso di contatto diretto con gli occhi sciacquare abbondantemente" che su un prodotto destinato proprio ad essere usato in quella zona non invita decisamente all'acquisto.

Il prezzo è di 15.80 € per 150 ml di prodotto.
Certificazione ICEA.

Gli ingredienti
Aqua [Water], Ethylhexyl palmitate, Aloe barbadensis extract (*), Centaurea cyanus flower extract (*), Calendula officinalis flower extract (*), Chamomilla recutita (Matricaria) extract (*), Sodium chloride, Caprylyl/capryl wheat bran/straw glycosides, Sodium benzoate, Parfum [Fragrance], Glycerin, Fusel wheat bran/straw glycosides, Polyglyceryl-5 oleate, Sodium cocoyl glutamate, Glyceryl caprylate, CI 75810 [Chlorophyllin-copper complex]. (*) da agricoltura biologica / from organic agricolture.

La fase acquosa è costituita da acqua, estratto di aloe vera e gli idrolati di fiordaliso, calendula e camomilla (Centaurea cyanus flower extract, Calendula officinalis flower extract, Chamomilla recutita (Matricaria) extract).
La fase oleosa è costituita principalmente dall'ethylhexyl palmitate che è un derivato dell'acido palmitico e ha la consistenza di un olio che non unge. 
Sono presenti inoltre tensioattivi (Caprylyl/capryl wheat bran/straw glycosides, Fusel wheat bran/straw glycosides, Sodium cocoyl glutamate) ed emulsionanti (Polyglyceryl-5 oleate, Glyceryl caprylate) che, ovviamente, non servono a legare le fasi acquose e oleose del prodotto ma piuttosto a legarsi meglio al make up e a garantirne una rimozione più efficace.
Poi c'è un colorante che non so a cosa serva. 

STRUCCANTE BIFASICO MÀRI - MISSTRUCCO (x)

La linea struccanti di Misstrucco è composta da quattro bifasici.
Quello che ho adoperato io, Màri, è adatto a pelli sensibili.

Il flacone è in plastica trasparente con tappo disk top. 
(La foto sul sito si riferisce al vecchio flacone con dosatore a pompetta.)
L'etichetta è in carta ed è incollata sulla confezione. Il problema è che, come vedete dalla foto, dopo un po' di tempo di utilizzo si cancella e non è più possibile leggere le informazioni riguardo a contenuti, modo d'impiego, certificazioni etc.

Il prezzo è di 17.90 € per 200 ml di prodotto.
Certicazione AIAB, testato al nichel.

Gli ingredienti
Helicrysum Italicum Flower Water*, Prunus Amygdalus Dulcis Oil*, Aqua, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Sodium Dehydroacetate, Lecithin**, Tocopherol, Ascorbyl Palmitate, Citric Acid
* da agricoltura biologica certificata ** di origine vegetale
La fase acquosa è costituita dall'idrolato di elicriso (Helicrysum Italicum Flower Water) e acqua.
La fase oleosa, invece, è costituita interamente dall'olio di mandorle dolci (Prunus Amygdalus Dulcis Oil).
Sono presenti anche la vitamina E (Tocopherol) e la vitamica C (Ascorbyl Palmitate), entrambe antiossidanti.
L'unico ingrediente che funge da blando emulsionane è la lecitina.

IL CONFRONTO

Veniamo dunque alla parte divertente ossia il confronto tra i due prodotti che sono stati da me utilizzati solo sugli occhi. 

Ho adoperato questi prodotti con gli stessi strumenti ossia con il pannetto in microfibra di Human+Kind e con i dischetti di Misstrucco.

La pelle va sempre risciacquata dopo l'uso per eliminare a dovere gli ultimi residui di oli e di make up.

Dopo avere imbibito il pannetto o il dischetto di prodotto, lo andavo ad appoggiare per qualche secondo sull'occhio per poi rimuovere tutto massaggiando delicatamente cercando di non sfregare troppo la zona.

La prima cosa che ho notato è che lo struccante di Setaré si comporta alla stessa maniera indipendentemente dal tipo di oggetto con cui lo andavo ad applicare, mentre quello di Misstrucco rende meglio se usato con i dischetti della stessa azienda.

Sul pannetto di Human+Kind infatti tendeva a diffondere troppo e quindi poi non struccava a dovere e scorreva con difficoltà sulla pelle dando addirittura la sensazione che frenasse per cui non si riusciva a portare via il trucco, invece sui dischetti Misstrucco il prodotto resta più concentrato (forse perché sono più spessi) quindi non si disperde e ce ne vuole di meno rispetto all'utilizzo con pannetto.

La seconda cosa che ho notato è che di struccante Misstrucco ce ne vuole di più rispetto a quello di Setarè (a parità di strumento utilizzato) per rimuovere il trucco alla perfezione oppure bisogna strofinare di più la zona che è proprio quello che in genere si cerca di evitare.

Come INCI il prodotto di Misstrucco mi piace di più perché è più semplice, non contiene profumo né tensioattivi. Proprio per questo, forse, la quota oleosa andrebbe un po' aumentata.

Il profumo nel prodotto Setaré non mi piace, sia come odore, sia per la sua presenza in sé che sarebbe sempre meglio evitare in un prodotto destinato gli occhi.

Nessuno dei due mi ha causato fastidi, irritazioni, problemi di vista appannata, bruciori.

Entrambi lasciano la zona del contorno occhi molto morbida.

Possono essere usati anche sul viso. Io non l'ho fatto perché avevo da terminare un'acqua micellare e quindi li ho destinati solo all'uso sugli occhi. 

In definitiva, mi sono piaciuti entrambi ma ho preferito lo struccante di Setaré perché ce ne vuole di meno e poi perché, per me, l'operazione di strucco deve essere il più semplice e veloce possibile. Devo essere libera di adoperare il primo strumento che ho sottomano senza dovere stare a pensare troppo, quindi la resa deve essere indipendente da esso. 

Sono indecisa se provare qualche altro struccante di Misstrucco per vedere se c'è una differenza sostanziale tra l'uno e l'altro.

Fatemi sapere se anche voi li avete testati e come vi siete trovate.
E, soprattutto, consigliatemi qualche altro struccante bifasico da provare ché il ciclo stagionale non è ancora terminato.

Nessun commento

Posta un commento