31 ottobre 2017

Oil'à Monte Carlo: il foglio idratante per il corpo - Prima Parte

Conosco tante persone che amano adoperare burri ed oli dopo la doccia su pelle ancora umida per idratare e ammorbidire la pelle.

Spesso e volentieri l'utilizzo di oli e burri puri non è così pratico perché bisogna scaldarli, scioglierli, sono scomodi da portare in viaggio o in palestra ché se si aprono nelle borse poi bisogna lavare tutto.
E quante volte i flaconi dell'olio diventano scivolosi e cadono dalle mani causando sprechi di prodotto?
Inoltre sono molto pratiche da portare in aereo perché possono essere inserite nel bagaglio a mano.

La soluzione a tutti questi problemi il foglio idratante Oil'à Monte Carlo.

Esiste in sei diverse versioni.



Le prime due, Le Coco e Le Karité, sono state lanciate nel Dicembre 2016.
Successivamente sono state lievemente modificate e poi rilanciate nell'estate 2017 assieme a Le Karicocot. Tutte queste versioni contengono sia oli che burri vegetali.

Al Sana 2017 sono state presentate altre tre versioni del foglio idratante: L’Argan’Toile, L’Helianteuse e La Sweet Amandine che, a differenza delle precedenti, contengono solo oli vegetali.


Passo ad esso ad illustrarvi alcune caratteristiche comuni a tutte i fogli, indipendentemente dalla versione che si decide di acquistare.

COME SI USANO I FOGLI IDRATANTI

I fogli sono pronti all'uso ma soprattutto in quelle in cui sono presenti i burri, per renderli più performanti e per un più gradevole massaggio, possono essere utilizzati anche caldi o freddi, a seconda delle preferenze.
Per riscaldarli si possono portare nella doccia mentre ci si lava, oppure si possono appoggiare sul termosifone o possono essere scaldati con il fon.
Per raffreddarli basta metterli in frigo almeno mezzora prima dell'uso.

Dopo averli raffreddati o riscaldati, si apre la bustina e si procede all'applicazione massaggiando il foglio su tutto il corpo.

COME SI SMALTISCE IL PRODOTTO ESAUSTO

Dopo l'utilizzo, il foglio può essere gettato nell'umido perché compostabile essendo fatto di fibra interamente vegetale.

La bustina invece va smaltita secondo le norme del proprio comune di residenza essendo in materiale misto alluminio/plastica(PET). Io, ad esempio, la getto nella plastica.

Veniamo adesso alla recensione che oggi riguarderà le prime tre versioni di fogli idratanti, ossia Le Coco, Le Karitè, Le Karicocot che ho avuto modo di provare per un bel po' di tempo.
Delle prime due ho avuto modo di provare sia la prima che la seconda formulazione e vi illustrerò le differenze che ho riscontrato.



LE COCO

Gli ingredienti 


Cocos Nucifera Oil, Butyrospermum Parkii Butter, Ethylhexyl Palmitate, Hydrogenated Vegetable Oil, Cera Alba, Tocopheryl Acetate, Parfum, Coumarin, Linalool, Cinnamal.
Gli oli e i burri in formula contribuiscono a rendere la pelle morbida ed elastica.
L'ingrediente principale è l'olio di cocco, suguito dal burro di karitè, che dà consistenza alla miscela di oli e burri insieme alla Cera Alba, e da Ethylhexyl Palmitate e oli vegetali idrogenati che servono a garantire la stendibilità del prodotto. Il prodotto è arricchito in vitamina E (Tocopheryl Acetate) che ha la funzione antiossidante ed emolliente per la pelle. 
Il profumo è naturale ed estratto dal cocco. Serve per amplificare quello già presente naturalmente nel cocco.

Utilizzo e recensione

Indipendetemente dalla stagione, preferisco utilizzare questo foglio a caldo.
Lo scaldo portandolo con me in doccia in modo che gli oli e i burri presenti siano meno densi grazie al calore dei vapori.
Prima di aprire la bustina la massaggio in modo che il prodotto sia bene distribuito sulla superfice, poi procedo all'applicazione su pelle umida. In questo modo il prodotto sulla salvietta viene emulsionato con l'acqua direttamente sulla pelle e

In questo modo si riesce con un solo foglio a fare tutto il corpo. Di solito parto dalle gambe e dalle braccia che sono quelle che per me necessitano di più idratazione.

L'ho adoperato anche come doposole ed è perfetto soprattutto perché, siccome il foglio è lievemente ruvido, fa anche un leggerissimo scrub che porta via tutte le cellule morte e ravviva, in questo modo l'abbronzatura.

Il giorno dopo la pelle è ancora morbida e perfettamente idratata.

Il problema di questo prodotto è che risente della temperatura esterna e se non si adottano gli accorgimenti di cui sopra parte del prodotto rimane nella bustina, perché troppo solido, e non riesce a rimanere ben adeso al foglio.

Rispetto alla prima versione è cambiata la confezione esterna che con la nuova versione è più piccola, quindi meno spreco di materiale, mentre il foglio è più grande e sottile e meno ruvido quindi riesce a trattenere maggiore quantità di prodotto e sulla pelle è più delicato e piacevole.
L'INCI non è cambiato se non per l'aggiunta di profumo, che è decisamente un valore aggiunto.

LE KARITÉ

Gli ingredienti

Butyrospermum Parkii Butter, Cocos Nucifera Oil, Ethylhexyl Palmitate, Prunus Amygdalus Dulcis Oil, Hydrogented Vegetable Oil, Cera Alba, Helianthus Annuus Seed Oil, Aloe Barbadensis Leaf Extract, Citrus Medica Limonum Peel Oil, Tocopheryl Acetate, Limonene, Citral, Linalool.

Per questo foglio l'ingrediente base è il burro di karitè. Essendo solido fino a 35/40 °C, la presenza degli oli vegetali in formula serve ad abbassare il punto di fusione in modo che sia stendibile senza difficoltà. Completano la formula il gel d'aloe vera, idratante e lenitivo, l'olio essenziale di limone che ha il compito di profumare la salvietta e la vitamina E.
Utilizzo e recensione

Anche in questo caso, preferisco usarlo riscaldato. Essendo il burro di karitè più duro dell'olio di cocco, mi aiuto anche un po' con l'asciugacapelli se, ad esempio, fuori fa freddo perché tra i tre provati è quello che risente maggiormente della temperatura.

Il rischio è che si perda prodotto perché non riesce a legarsi al foglio e quindi rimane nella bustina.

Devo dire che questo inconveniente è stato in parte risolto con la seconda versione del foglio e probabilmente dipende dal fatto che è stata modificata la salvietta stessa.



LE KARICOCOT

Gli ingredienti

Cocos nucifera oil, butyrospermum parkii butter, prunus armeniaca kernel oil, tocopheryl acetate, parfum.

In questo foglio troviamo un mix di olio di cocco e di albicocca con burro di karitè, il tutto arricchito dalla presenza di vitamina E. 

Utilizzo e recensione

Come per le altre due salviette ne ho preferito decisamente l'utilizzo a caldo. 

Credo che tra le tre sia la mia preferita (tranne per il profumo ché il cocco non lo batte nessuno).

Il motivo principale è che è quella che scorre meglio sulla pelle quindi l'applicazione è decisamente più confortevole. 

L'unica differenza è che l'ho testata nel periodo estivo e quindi non so valutare gli effetti della temperatura esterna sulla salvietta, tuttavia ne ho conservata qualcuna proprio per poter fare questo paragone ed eventualmente andrò ad aggiungere qualcosa nella seconda parte di questo post. 

È possibile acquitare i prodotti Oil'à sul sito ufficiale oppure presso i rivenditori del marchio. 



Nessun commento

Posta un commento