13 novembre 2017

Lozione Illuminante e Cremagel alla Malva - Biofficina Toscana

La scorsa primavera Biofficina Toscana ha deciso di sorprenderci non con uno, non con due prodotti ma bensì con una intera bioroutine basata sul concetto del layering.

Il layering (in italiano: stratificazione) consiste nel sovrapporre diversi cosmetici sul viso in modo da farli agire in sinergia per avere una pelle più bella, sana e luminosa.

Il rituale di bellezza è composto da diverse fasi.
La prima fase, dopo l'eventuale rimozione del makeup, prevedere una detersione accurata ma delicata della pelle.
A questo scopo è stata creata la mousse detergente alla malva, una schiuma soffice, una vera e propria coccola per il viso che ho iniziato proprio in questi giorni e di cui vi parlerò poi.
Alla detersione segue l'applicazione di una lozione, che esiste in tre versioni: illuminante, tonificante e lenitiva. Le lozioni sono pensate per preparare la pelle a ricevere tutti i principi attivi contenute in esse e nei prodotti che si andranno ad applicare successivamente.
La terza e la quarta fase prevedono l'utilizzo di un siero e del contorno occhi, già presenti nella vasta gamma di prodotti di Biofficina Toscana.
La quinta fase, infine, riguarda l'applicazione della crema viso. Alle emulsioni viso antiossidante e preventiva, si è aggiunta la cremagel alla malva.

Una volta alla settimana il rituale va completato inserendo lo scrub dopo la detersione.

Qualche tempo dopo il lancio sono stata contattata dall'azienda che mi ha inviato alcuni prodotti da testare, nel frattempo io avevo già acquistato la cremagel alla malva.



Con queste premesse voi penserete che negli scorsi mesi ho seguito il rituale di cui sopra.

E invece la risposta è no.